Prima pagina

Anche il consiglio comunale di Siena condivide le preoccupazioni per Siena Biotech

Siena Biotech rappresenta un investimento sul futuro del territorio senese e un importante polo occupazionale qualificato per la città. Con queste premesse, Giulia Periccioli (PD) ha presentato un’interrogazione orale urgente nel Consiglio comunale di giovedì scorso, 18 dicembre, a seguito degli sviluppi della difficile situazione che riguarda la società.
Periccioli, dopo aver ricordato la storia, il prestigio e le potenzialità di Siena Biotech, ha chiesto al sindaco <<se siano stati avviati contatti con la stessa società e Fondazione MPS per trovare soluzioni alternative alla liquidazione, comprese la verifica di potenziali fonti di finanziamento sui fondi comunitari afferenti la ricerca scientifica; se esista un piano di ridimensionamento, ma comunque di mantenimento di Siena Biotech; se egli stesso sia stato tempestivamente informato di tali orientamenti da parte dei nominati del Comune in seno all’organo amministrativo di Fondazione MPS; infine, quali iniziative intenda intraprendere per impedire questa perdita di valore strategico e per la salvaguardia dell’occupazione>>.
Nella risposta, il sindaco Bruno Valentini ha trattato i vari aspetti dell’interrogazione, riconoscendo innanzitutto che <<Siena Biotech è un’azienda che, nel corso del tempo, ha dovuto ridimensionare molto la propria attività e il proprio organico, ridotto di circa due terzi solo negli ultimi anni. La decisione di cui parliamo è, comunque, da giudicare negativamente, sia nel metodo sia nella forma, perché è incettabile che un lavoratore venga a conoscenza dai giornali che l’azienda per cui lavora rischia di chiudere; dovrebbe esserci sempre un percorso di concertazione e di confronto reciproco>>.
<<Anche se eravamo a conoscenza della difficile situazione finanziaria in cui versa Siena Biotech – ha proseguito Valentini – non avevamo informazioni dirette sul fatto che potesse precipitare così rapidamente. Questo, tra l’altro, a dimostrazione che Banca e Fondazione MPS, sempre più, disegnano i propri percorsi in autonomia e che non sempre la politica svolge un ruolo negativo quando governa i processi di trasformazione o di evoluzione di un sistema>>.
Valentini ha ricordato come a una riunione indetta da Fondazione MPS, <<alla quale erano presenti anche i capigruppo Carolina Persi e Pietro Staderini, i vertici di Palazzo Sansedoni fornirono una serie di valutazioni tecniche e formali sullo status giuridico della Fondazione, che ribadivano come questa sia un organo autonomo con un patrimonio autonomo e che la pur auspicata collaborazione con il territorio non sarebbe più avvenuta negli stessi termini del recente passato>>.
<<Vorrei ribadire – ha continuato il primo cittadino – che abbiamo un distretto che funziona, Toscana Life Sciences, forse il migliore in Italia, che ha tratto a sé 15-16 aziende, con la concreta possibilità di attrarne altre, nelle quali potrebbe essere ricollocata una parte dei dipendenti di Siena Biotech. Per quanto riguarda il ruolo della Regione Toscana, essendo evidente che non può finanziare direttamente Siena Biotech, dobbiamo lavorare proprio attraverso la presenza di Toscana Life Sciences, tenendo in vita l’immobile che è il vero valore aggiunto della società>>.
<<Finisco dicendo – ha concluso Valentini – che l’obiettivo prioritario resta quello occupazionale, ovvero la tutela dei lavoratori. Pertanto, il nostro impegno sarà quello di agire sulla Fondazione, perché faccia tutto il possibile per chiudere questo cerchio e, dall’altra parte, con il ruolo della Regione, affinché si riapra un tavolo per dare ai lavoratori di Siena Biotech la prospettiva di essere impiegati in nuove aziende nell’ambito del distretto Toscana Life Sciences>>.
Soddisfatta per la risposta Periccioli: <<Ringrazio il sindaco per aver fornito un quadro completo sui temi sollevati dall’interrogazione. Per quanto riguarda i rapporti con Fondazione MPS, ritengo che, come Consiglio, dovremmo essere messi maggiormente al corrente di come la Deputazione intende muoversi quando ci sono situazioni importanti per il territorio come questa. Non ci resta, quindi, che lavorare di concerto con la Regione sul polo di Toscana Life Sciences per concretizzare le prospettive accennate dal sindaco sul piano occupazionale>>.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena