Altro colpo di mercato per la Mens Sana, arriva Elston Turner
31 Lug, 2017
elston-turner-jr-vanoli-1024x475

Tecnica sopraffina, tanti punti nelle mani (oltre mille in serie A) e la capacità di spostare da solo gli equilibri: insomma, un colpo da novanta per la serie A2. Soundreef Mens Sana è lieta di annunciare l’accordo con Elston Howard Turner jr., guardia americana di 195 cm per 96 kg, alla sua quarta esperienza in Italia.

Il 27enne cestista americano, in grado di fare la differenza in serie A e quindi potenzialmente devastante in serie A2, “è un acquisto importantissimo, crediamo molto in questo ragazzo che abbiamo voluto fortemente a Siena. Il curriculum del resto parla per lui” spiega Filippo Macchi, la cui famiglia è azionista di riferimento della Soundreef Mens Sana.

“L’arrivo di Turner è una dimostrazione della volontà di riportare entusiasmo in questa piazza. L’impegno e l’investimento nostro in questa direzione sono massimi, vogliamo che tutti i tifosi tornino a riempire il palazzetto con la loro passione per questi colori” prosegue.

“A testimoniare questa volontà c’è la proposta per uno sforzo economico supplementare destinato all’allestimento della squadra; proposta che sarà da condividere con gli altri soci, e che deve ancora essere deliberata. In tale ambito comunque uno sforzo è già stato fatto per portare la guardia statunitense a Siena” aggiunge.

“Con Francesco Bertoletti, nostro Amministratore delegato, avevamo prefissato un budget. Di comune accordo con tutte le figure societarie potremmo condividere un ulteriore investimento se il budget non fosse sufficiente per poter rianimare emotivamente una piazza come Siena, sempre generosa ma attualmente un po’ spenta, rendendo la squadra più competitiva” afferma Macchi.

“I nomi ufficializzati in questi giorni, ultimo quello di Elston Turner, ne sono il risultato. È il primo passo di una strategia che vorremmo comune e condivisa per il rilancio della Mens Sana” spiega ancora.

Il roster biancoverde con l’ex Cremona, entusiasta della scelta di Siena per il blasone del club, è quasi completo: “Ora manca l’altro USA che stiamo ancora trattando” conclude Macchi.

LA SCHEDA DEL GIOCATORE

Figlio d’arte (il papà Elston Turner, attuale Assistant Coach ai Sacramento Kings, ha trascorsi in NBA e per un breve periodo anche in Italia con la maglia della Scavolini Pesaro), Elston Howard Turner jr. è nato a Missouri City (Texas) il 6 maggio del 1990. È uscito dalla Texas A&M University dopo aver giocato anche con la University of Washington Huskies. Nella sua carriera universitaria spiccano i 40 punti segnati in casa di Kentucky University nel 2013, un’impresa che sul parquet dei Wildcats era riuscita in precedenza solo a David Robinson e a Chris Wayne Jackson, poi Mahmoud Abdul-Rauf. Con la maglia degli Aggies nella stagione 2012-13 ha chiuso con 17,5 punti di media a partita (42,6% da due, 36,1% da tre, 84,8% nei liberi), 3 rimbalzi e quasi tre assist.

Nella stagione 2013/2014 arriva in Italia, e disputa il campionato di serie A con la Victoria Libertas Pesaro. Trascinata alla salvezza il club marchigiano con prestazioni super e un massimo di 37 punti contro Roma: alla fine colleziona 16.7 punti di media in 30 partite, con il 46.5% da due e il 31.9% da tre.

L’anno successivo Turner approda all’Enel Brindisi (con un breve passaggio all’Elan Chalon, club francese, a inizio stagione). La sua terza stagione in Italia è con la Vanoli Cremona: viaggia ad una media di 12.2 punti con 2.7 rimbalzi e 2.5 assist, con un massimo stagionale di 28 punti contro Sassari e il record personale di triple in una stagione (57). Confermato dalla Vanoli, nella scorsa stagione ha giocato 30 partite (842 minuti totali) con una media realizzativa di 10.6 punti a partita (42.2% da due e 34.8% da tre) e un massimo di 26 punti contro Torino.

Laureato in Leadership e Sviluppo, è appassionato di musica Rap e Hip-hop, ama i videogiochi (Fifa è il suo videogame preferito e tifa Chelsea) e il suo idolo sportivo è Paul Pierce.