Calcio Home Slide Show Sport

Altra settimana di fuoco per la Robur: prima il Grassina e poi la Sangiovannese (che ha fatto ricorso al Coni)

E’ ripresa stamani la preparazione del Siena che, dopo il pareggio di ieri con Lornano Badesse, ha già voltato pagina e si concentra sul prossimo impegno, quello di mercoledì a Grassina per il recupero della quinta giornata di ritorno (ore 15, diretta su Antenna Radio Esse). I bianconeri si sono ritrovati al campo dell’Acquacalda e, come di consueto il giorno dopo la partita, si sono divisi in due gruppi: chi ha disputato l’incontro ha fatto un lavoro di scarico, allenamento normale per gli altri. Il gruppo ha lavorato al completo tranne Sare, alle prese con un problema al ginocchio. Domani per la squadra è in programma una seduta di allenamento pomeridiana, sempre al campo dell’Acquacalda.

Domenica prossima il campionato si ferma ma non per la Robur. I bianconeri recupereranno la seconda gara (la terza il 28 aprile col Montespaccato) sfidando al Franchi la Sangiovannese, che nel frattempo ha fatto ricorso contro la decisione della Corte Federale, che aveva omologato il risultato della partita dell’andata, vinta 2-1 dal Siena ma all’inizio non assegnata per via dell’errore dell’arbitro Claudio Campobasso, che non espulse Farcas dopo il secondo giallo a 28 secondi dalla fine. La Corte Federale ha dato ragione al Siena, omologando la vittoria, la Sangiovannese si oppone e chiede la ripetizione dell’incontro. A sancire la parola fine, mercoledì 5 maggio alle ore 14, il Collegio di Garanzia del Coni, ultimo grado della giustizia sportiva. La società bianconera sarà difesa, come sempre, dall’avvocato Massimo Carignani.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena