All’Estate Musicale Chigiana il violoncello di Antonio Meneses
28 Lug, 2014
Antonio Meneses

L’Estate Musicale Chigiana, il cartellone estivo dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena giunto alla sua 83a edizione, prosegue martedì 29 luglio alle ore 21.15 con un recital del violoncellista Antonio Meneses. L’appuntamento è previsto nella splendida chiesa di Sant’Agostino a Siena.
Il celebre artista, che si avvarrà della collaborazione del pianista Gèrard Wyss, proporrà un programma dedicato a Mendelssohn e Beethoven. Il primo compositore sarà rappresentato dalle Variations concertantes op. 17 e dalla Sonata n. 1 per violoncello e pianoforte op. 45. Del maestro di Bonn, che occuperà la seconda parte, verranno eseguite invece le Dodici Variazioni in sol magg. per violoncello e pianoforte su un tema da Giuda Maccabeo di Händel e la Sonata n. 3 per violoncello e pianoforte op. 69.
Il violoncello fu da Mendelssohn impiegato come solista in due Sonate con pianoforte, l’op. 45 scritta nel 1839 e l’op. 58, del 1843, oltre che in pagine diverse come Variazioni e Romanze senza parole. L’esempio beethoveniano, pur presente nelle due Sonate, viene temperato, specialmente nella prima, da un atteggiamento quasi compassato, attento alla forma e alla tornitura delle idee melodiche più che all’espressività. All’inizio dell’Ottocento fu proprio Beethoven ad instaurare quella pariteticità fra il violoncello e gli altri strumenti soprattutto con gli esempi sommi delle Sonate che dovevano portare il violoncello al ruolo di protagonista di una pagina nuova nella storia della musica da camera.

Nato a Recife (Brasile) nel 1957 da una famiglia di musicisti, Antonio Meneses ha iniziato gli studi di violoncello all’età di dieci anni. A sedici ha iniziato a studiare con Antonio Janigro. Ha vinto il Concorso Internazionale ARD di Monaco e il Concorso Čajkovskij di Mosca. Apparso in tutte le capitali musicali di Europa, Nord e Sud America e Asia, si esibisce regolarmente con molte delle principali orchestre mondiali e con molti tra i maggiori direttori d’orchestra. È anche ospite regolare di numerosi festival musicali.
Attivo musicista da camera, Antonio Meneses collabora con il Quartetto Vermeer e il Quartetto Emerson; ogni estate si esibisce in concerto a Siena e in duo. Inoltre ha fatto parte dell’ultima formazione del leggendario Beaux Arts Trio. In campo discografico ha effettuato registrazioni di grande successo per Deutsche Grammophon con Herbert von Karajan e l’Orchestra Filarmonica di Berlino, oltre che con Maria Joao Pires. Ha poi registrato per Auvidis France, Bis, Pan Records, AVIE Records.
Antonio Meneses tiene regolarmente masterclasses in Europa (Madrid, Escuela Superior de Música Reina Sofia; Siena, Accademia Musicale Chigiana), in America e Giappone. Inoltre, insegna presso il Conservatorio di Berna.
Antonio Meneses suona un violoncello Alessandro Gagliano (1730), o in alternativa uno strumento moderno di Michael Stürtzenhofecker (2009).
Tiene dal 2001 la cattedra di violoncello (già tenuta peraltro nel 1997) all’Accademia Musicale Chigiana.

Nato a Porrentruy, Gérard Wyss ha studiato con Paul Baumgartner e Rolf Maser presso l’Accademia Musicale di Basilea, dove oggi a sua volta insegna. Oggi è molto richiesto anche come solista e come musicista da camera e si esibisce regolarmente con rinomati musicisti. Viene regolarmente invitato ai festival internazionali di Salisburgo, Montreux-Vevey, Stresa, Lucerna, Berlino e per l’Estate Musicale Chigiana, oltre che negli Stati Uniti, in Canada e in Giappone. Ha partecipato a numerose registrazioni per radio e per compagnie discografiche quali Denon, Novalis, Pan Classics, Philips, Tudor.

L’Estate Musicale Chigiana è uno dei più longevi cartelloni del panorama internazionale. Da sempre si svolge in concomitanza con l’attività didattica costituita dai Corsi di perfezionamento, che vede presente a Siena un gran numero di musicisti fra docenti e allievi. Così l’Estate Musicale Chigiana è occasione di esibizione dei docenti in singoli recital, spesso insieme con alcuni allievi, attestando una prassi consolidata e caratteristica dell’Accademia Musicale Chigiana, sempre molto apprezzata dal pubblico che può assistere ad esecuzioni curate da gruppi inediti di musicisti.

I biglietti (intero 18 euro, ridotto 10 euro) possono essere acquistati direttamente presso la sede del concerto dalle ore 15.30 alle ore 18 e da due ore prima dell’inizio del concerto.

Per ulteriori informazioni www.chigiana.it.