Prima pagina

Aggressione di Capodanno, arrestati quattro stranieri. Il Procuratore Vitello: “Violenza esagerata”

Sono stati incastrati dai filmati della videosorveglianza comunale i 4 ragazzi stranieri responsabili della feroce aggressione avvenuta la notte di Capodanno a danno di alcuni giovani contradaioli senesi. Il fatto aveva scatenato svariate reazioni in città, in primis quella del sindaco Bruno Valentini che ricostruendo la dinamica nei giorni a seguire, proprio ai microfoni di Antenna Radio Esse, aveva parlato di dover chiarire se ci fosse realmente stato “un intervento tempestivo da parte delle volanti a lavoro”.

“Nessuna chiamata è mai arrivata in merito all’aggressione di piazza Tolomei, altrimenti saremmo intervenuti” – si è spiegato così durate il corso della conferenza stampa il Procuratore Capo Salvatore Vitello. Ad essere spiegati con precisione invece i dettagli dell’operazione che hanno portato all’identificazione e al fermo dei 4 responsabili.

L’operazione è stata condotta nei giorni scorsi dai carabinieri della compagnia di Siena nei comuni di Siena, Castelnuovo Berardenga e Monticiano. I militari dell’Arma hanno dato esecuzione a due misure cautelari (1 arresti domiciliari e 1 obbligo di dimora), emessi dal GIP del tribunale di Siena, nei confronti di altrettanti soggetti stranieri, di 19 e 24 anni, autori, unitamente ad altri 2 kosovari – uno dei quali minorenne – di una violenta aggressione a un gruppo di giovani senesi durante la notte di Capodanno.

Il 10 gennaio scorso, i carabinieri, nell’ambito della stessa indagine, avevano già eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica dello stesso capoluogo, nei confronti di uno degli autori dell’aggressione – 23enne, kosovaro, pluripregiudicato – rintracciato presso la stazione ferroviaria di Macerata, dove si era nascosto potendo contare sull’appoggio logistico di alcuni conoscenti, mentre tentava di darsi alla fuga. Misura confermata dal Tribunale di Macerata che ha applicato all’arrestato la misura cautelare della custodia in carcere.

Le indagini lampo, coordinate dal Procuratore della Repubblica di Siena Salvatore Vitello e dal Sostituto Procuratore Aldo Natalini, e condotte dai Carabinieri della Stazione di Siena hanno portato all’identificazione degli appartenenti del branco che hanno aggredito per futili motivi alcuni giovani senesi durante i festeggiamenti di San Silvestro.

Le vittime, ricoverate presso il policlinico Le Scotte di Siena a seguito delle lesioni riportate, sono state sottoposte a intervento chirurgico e dimesse con giorni 30 e 60 di prognosi.

La discussione aveva avuto origine nei pressi della società del Leone della contrada dell’Istrice, quando il gruppo di aggressori aveva iniziato a importunare alcuni ragazzi nei giardini adiacenti a porta Camollia. Dopo l’intervento di alcuni contradaioli gli stranieri si sono allontanati, ma qualche ora dopo hanno intercettato nei pressi di piazza Tolomei un gruppo di giovani contradaioli che sono stati subito oggetto di insulti e minacce. Nonostante un tentativo di evitare la discussione, gli aggressori hanno raggiunto alle spalle i ragazzi senesi cha hanno iniziato a picchiare ripetutamente con calci e pugni continuando l’inseguimento nel centro storico di Siena affollato da numerosi turisti giunti sul capoluogo per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

I quattro, dovranno rispondere dell’accusa di lesione aggravata in concorso.

Ascolta la ricostruzione del Procuratore Salvatore Vitello

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena