Facebook Posts Home Slide Show Prima pagina

Accordo tra Fondazione Musei Senesi e Unicoop Firenze: offerte per i soci dal 1° ottobre

Fondazione Musei Senesi sigla una nuova, importante partnership con gli attori del territorio: dal 1 ottobre, infatti, tutti i soci Coop potranno beneficiare di un’offerta speciale, acquistando la FMS Card al prezzo di 8 euro anziché 10. Il modo più semplice per visitare i musei delle terre di Siena diventa, dunque, ancora più conveniente.

UniCoop Firenze – da sempre attenta al patrimonio culturale toscano e pronta a promuoverlo in primis presso i propri numerosissimi soci – e FMS, dunque, si incontrano in un progetto di valorizzazione e promozione territoriale volto a incentivare, nei prossimi mesi, un turismo di prossimità e di conoscenza. Presto, infatti, i soci Coop potranno anche aderire a iniziative loro dedicate entro un calendario di visite guidate ai musei senesi.

La FMS Card – lanciata durante l’estate – è il biglietto unico per l’accesso facilitato ai musei delle terre di Siena (e non solo): una vera e propria “chiave” per aprire la porta sul patrimonio e le collezioni del nostro territorio. Per Fondazione Musei Senesi, la rete museale delle terre di Siena, si tratta di un progetto che vede coinvolta la maggioranza delle amministrazioni comunali e molti istituti culturali senesi, ma anche realtà limitrofe in logica di area vasta e sinergia istituzionale. La FMS Card ha validità 365 giorni e offre accessi gratuiti o agevolati in 30 musei, sconti al bookshop e altri servizi ed è rivolta a chi ama i musei, ma anche semplicemente a chi ha voglia di trascorrere una domenica fuori porta alla scoperta della bellezza, dei borghi e della tradizione, enogastronomica inclusa.

I soci Coop potranno, dunque, acquistare la FMS Card fisicamente in uno dei musei rivenditori, esibendo alla biglietteria la propria tessera Coop; ogni socio può acquistare un massimo di due card individuali alla volta. Tutte le informazioni su dove acquistarla e sui musei aderenti sono disponibili alla pagina www.museisenesi.org/card.

«L’impegno della cooperativa – afferma Marco Vannini, responsabile sponsorizzazioni Unicoop Firenze – è volto a valorizzare un’idea di cultura come bene comune alla portata di tutti e come risorsa accessibile con cui nutrire bene la mente. Oltre a fornire ai consumatori, soci e non, beni e servizi di buona qualità alle migliori condizioni possibili, lo statuto di Unicoop Firenze prevede infatti che la cooperativa metta in atto un piano di attività sociali in cui la cultura ha un ruolo fondamentale. Per questo abbiamo sostenuto l’iniziativa di portare i tesori dei musei senesi più “a portata di mano” dei soci. La riduzione sulla card è un modo semplice per far rientrare meglio la cultura nei budget delle famiglie toscane, in particolar modo dopo la crisi pandemica, e si accompagna ad una attenta comunicazione che valorizza il territorio e le sue bellezze».

«La collaborazione con UniCoop Firenze – afferma il presidente di FMS, Alessandro Ricceri – non è una semplice sponsorizzazione: si tratta di un’occasione reciproca per contribuire alla valorizzazione dei propri territori e comunità di riferimento. Grazie a questo accordo, FMS ha l’opportunità di ampliare la platea dei visitatori dei musei ai soci Coop, già attenti alle iniziative culturali e sensibili alle tematiche della sostenibilità alimentare che è anche ambientale».

Una sorta di itinerario nella bellezza, dunque, che ribadisce il ruolo privilegiato dei musei come punto di partenza per la conoscenza dell’identità di un territorio e come laboratori di coscienza civica e sviluppo economico.

LA CARD DEI MUSEI SENESI

FMS Card è un progetto sperimentale e in divenire che includerà via via anche altre agevolazioni presso siti monumentali, senesi e non, esercizi commerciali, servizi e manifestazioni di interesse culturale e che conferma la vocazione di FMS a fare rete. Per la prima volta, dunque, i musei delle terre di Siena sono accomunati da uno strumento unico per invitare i visitatori a scoprire questo patrimonio straordinario e da un veicolo di comunicazione integrata. Un progetto, replicabile anche per altre reti museali, che è anche l’esito di un percorso complesso portato avanti nonostante i mesi di chiusura forzata e che intende rilanciare un’immagine rinnovata e coordinata del territorio senese come destinazione privilegiata di un turismo culturale consapevole. La card, che non è nominale, dà diritto ad accedere gratuitamente al primo museo in cui ci si presenta e a godere del biglietto ridotto per tutti gli altri musei, dal secondo accesso in poi. Se il museo è già a ingresso gratuito, il bonus scatta al successivo museo a pagamento.

I MUSEI CHE ADERISCONO

Ad oggi, alla card aderiscono i seguenti musei di FMS:

Abbadia San Salvatore, Parco Museo Minerario

Asciano, Museo Civico Archeologico e d’Arte Sacra Palazzo Corboli

Asciano, Museo Cassioli. Pittura senese dell’Ottocento

Buonconvento, Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia

Buonconvento, Museo della Mezzadria senese

Casole d’Elsa, Museo Civico, Archeologico e della Collegiata

Castellina in Chianti, Museo Archeologico del Chianti Senese

Castelnuovo Berardenga, Museo del Paesaggio

Cetona, Museo Civico per la Preistoria del Monte Cetona e Parco Archeologico, Naturalistico e Archeodromo di Belverde

Chianciano Terme, Museo Civico Archeologico

Chiusi, Museo Civico “La città sotterranea”

Colle di Val d’Elsa, Parco Archeologico di Dometaia

Montepulciano, Museo Civico Pinacoteca Crociani (al momento chiuso per lavori)

Monteriggioni, Camminamenti sulla cinta muraria e percorso didattico “Monteriggioni in Arme”

Monticchiello (Pienza), TePoTraTos Scene del Teatro Popolare Tradizionale Toscano

Murlo, Antiquarium di Poggio Civitate Museo Archeologico

Orgia (Sovicille), Museo Etnografico del Bosco

Petroio (Trequanda), Museo della Terracotta

Poggibonsi, Archeodromo e Parco Archeologico di Poggio Imperiale

Radicondoli, Museo “Le Energie del Territorio”

Sarteano, Museo Civico Archeologico

Serre di Rapolano (Rapolano Terme), Museo dell’Antica Grancia e dell’Olio

Siena, Museo dell’Antartide “Felice Ippolito”

Siena, Museo di Storia Naturale Accademia dei Fisiocritici

Siena, Stanze della Memoria. Percorso museale di storia del Novecento senese

Trequanda, Raccolta archeologica Collezione Pallavicini

Nei musei di Montalcino, Pienza e San Gimignano i possessori della FMS Card hanno diritto al 10% di sconto sul bookshop; la Sala d’Arte e Rocca di Tentennano a Castiglione d’Orcia offriranno, invece, alcuni gadget e un’introduzione alla visita.

Con FMS Card i visitatori entrano gratuitamente anche al MAEC Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona e ai Musei di Massa Marittima (Museo della Miniera, di San Pietro all’Orto, Archeologico e Torre del Candeliere), grazie a un accordo di collaborazione fra i reciproci sistemi museali.

Il complesso monumentale dell’Abbazia di Abbadia San Salvatoreconcede ai possessori della FMS Card l’accesso a tariffa ridotta.

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili nella sezione dedicata del sito museisenesi.org.

RADIO STREAMING POPUP

Ad

hit in testa

ESTRA NOTIZIE

Meteo

Meteo Siena