Abbadia San Salvatore: rumeno arrestato per ricettazione. Nel suo appartamento i carabinieri hanno sequestrato svariati oggetti rubati
29 Giu, 2016
auto carabinieri_640x401

I Carabinieri di Abbadia San Salvatore lo tenevano d’occhio da tempo, perchè insospettiti dal tenore di vita di quel rumeno 38enne, che non sembrava svolgere nessun lavoro. I sospetti dei militari hanno avuto conferma quando hanno deciso di effettuare una perquisizione nella casa dell’uomo ed hanno trovato gli oggetti più disparati, materiale che aveva tutta l’aria di costituire la refurtiva di uno o più colpi portati a termine nelle abitazioni di chissà chi. L’uomo è finito in carcere con l’accusa di ricettazione. Gli oggetti sequestrati nell’appartamento sono stati portati in una stanza della Tenenza dei Carabinieri di Abbadia in attesa di possibili denunce. Nel capoluogo amiatino vi sono molte seconde e terze case di persone residenti altrove che, in vari periodi dell’anno, vi si recano per trascorrere le proprie ferie o momenti di relax. Per questo motivo spesso le denunce sono di molto successive rispetto ai fatti. In questo caso però, i Militari non hanno dovuto attendere molto. In questi giorni una coppia di toscani residenti a Vicenza, ha denunciato un furto subito nella propria villetta di Abbadia in tempi che non sapevano definire e ha descritto fra gli oggetti mancanti, un vecchio rublo d’argento incastonato in una cornice lignea, che, guarda caso, faceva parte della refurtiva sequestrata. I due coniugi poi hanno riconosciuto anche altri oggetti. Il giorno dopo, un’altra persona ha sporto denuncia di furto, descrivendo una cassetta da pesca ed il suo contenuto in maniera molto minuziosa, tanto da poter essere identificato dai Carabinieri come il proprietario di un oggetto perfettamente corrispondente a quello descritto. Anche in questo secondo caso sono stati trovati altri pezzi rubati. Nella mercanzia ancora conservata alla Tenenza di Abbadia vi sono ancora diversi quadri di variabile valore. Uno di essi è stato descritto al telefono da un denunciante che si dovrà presto recare in caserma per visionare la refurtiva. La descrizione corrisponde esattamente ad uno dei quadri, come anche il nome dell’autore. In sostanza in pochi giorni sono stati scoperti tre furti in appartamento. Nel frattempo però, in conformità alla legge, l’arrestato è uscito dal carcere. Si spera ora di poterlo ricondurre a Santo Spirito con un nuovo provvedimento, prima che possa riprendere la propria illecita attività.