Prima pagina

A Torrita di Siena il registro per le unioni civili ed il testamento biologico sono realtà

A Torrita di Siena il registro per le unioni civili ed il testamento biologico sono realtà. Entrambi sono stati infatti approvati con il voto del consiglio comunale torritese. “Il nostro lavoro a questo riguardo è durato alcuni mesi – spiega Gessica Nisi, consigliere comunale del Partito democratico e presidente della commissione pari opportunità, sanità e sociale –. Abbiamo valutato come la questione doveva essere affrontata, anche considerando i casi già registrati e verificatisi in altri Comuni italiani. Credo che si tratti di una scelta civilmente e politicamente adeguata. Per quanto riguarda il testamento biologico, quello di Torrita di Siena è uno dei pochi Comuni in provincia di Siena ad avere effettuato una scelta di questo tipo. I cittadini torritesi potranno adesso dare delle indicazioni relativamente al fine vita, alla sepoltura, a funerali, a cure ed ospedalizzazione. Sulla questione dovrebbe nascere a breve una legge nazionale, ma noi abbiamo intanto voluto dare un chiaro e netto segnale politico. Credo che ciò sia importante a livello politico ma anche a livello umano. Ringraziamo – prosegue Gessica Nisi – i dipendenti comunali addetti all’ufficio anagrafe per il contributo fornito e per il lavoro effettuato negli ultimi mesi. Per quel che riguarda il registro delle unioni civili, esso avrà un valore amministrativo in base al quale al convivente o alla convivente sarà riconosciuto per l’appunto pari valore e pari dignità rispetto alla famiglia tradizionale. Chi si iscriverà al registro delle unioni civili costituirà a livello amministrativo una famiglia anagrafica. Faccio un esempio: in caso di ospedalizzazione si potrà assistere il partner. Anche io ed il mio compagno ci iscriveremo a breve nel registro. Abbiamo voluto che tutto questo si discutesse in consiglio comunale. Daremo il via anche ad una campagna informativa per spiegare al meglio ai cittadini torritesi cosa significano il registro delle unioni civili ed il testamento biologico”.

In consiglio comunale l’adozione del registro delle unioni civili è stata votata con il parere favorevole di tutta la maggioranza, anche gli esponenti del Movimento 5 Stelle hanno votato sì mentre la lista Rifare Torrita è uscita dall’aula.

Per quanto riguarda il testamento biologico, sempre parere favorevole è arrivato da tutta la maggioranza e questa volta il sì è arrivato anche dalla lista Rifare Torrita, mentre i grillini si sono astenuti.

“Qualche giorno fa – ha detto Gessica Nisi nel suo discorso in consiglio comunale – la Corte Suprema degli Stati Uniti ha sancito una sentenza storica: ha stabilito che in base al Quattordicesimo Emendamento della Costituzione americana, quello sull’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla Legge, gli Stati devono permettere a tutti i cittadini di sposarsi con chi vogliono e riconoscere i matrimoni omosessuali celebrati fuori dai confini americani, mentre i divieti dei matrimoni omosessuali sono incostituzionali. L’Italia è molto lontana dal raggiungere un simile risultato: siamo l’unico Paese dell’Europa occidentale in cui non sono riconosciute le unioni civili di alcun tipo, la legge della senatrice Cirinnà è stata approvata dalla commissione giustizia del Senato, ma nei giorni scorsi ha ricevuto 4200 proposte di emendamento, quindi non sappiamo se e quando verrà approvata. Il gruppo di maggioranza del Comune di Torrita di Siena, nel rispetto dell’articolo 2 della Costituzione e dell’articolo 2 comma 3 dello statuto del nostro Comune, ha lavorato in questi mesi alla costituzione di un registro delle unioni civili, unendosi così a quei 300 Comuni che negli anni lo hanno già fatto, anche al fine di sensibilizzare il Governo su un tema così dibattuto da ormai tanti anni e tanti Governi. Sono molto fiera, come presidente della commissione pari opportunità, come vice presidente del centro pari opportunità, come consigliera e come cittadina di questo Comune, di essere riuscita, grazie alla collaborazione del gruppo di maggioranza e in particolar modo del capogruppo Luca Betti, a portare in consiglio comunale due temi così importanti e allo stesso tempo ‘difficili’ come le unioni civili e il testamento biologico. Sono convinta fortemente che possano portare il nostro territorio ad un alto grado di civiltà e di rispetto di tutti i cittadini e della loro dignità personale e sociale, senza alcuna discriminazione. Vorrei concludere facendo mie le parole che ha pronunciato Barack Obama riguardo alla sentenza della Corte Suprema dei giorni scorsi : ‘Quando tutti gli esseri umani verranno trattati in maniera uguale, saremo tutti più liberi’ ”.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena