A Siena studio innovativo per la cura del melanoma cutaneo, il primo al mondo
17 Set, 2015
Michele Maio, direttore Immunoterapia Oncologica de Le Scotte

Una combinazione di farmaci per combattere il tumore della pelle: è la nuova sperimentazione che sarà fatta a Siena nel reparto di Immunoterapia oncologica diretto dal dottor Michele Maio. Sono 19 i pazienti che si sottoporranno a questa cura che, nel caso funzioni, potrebbe essere utilizzata anche per altre forme tumorali. “Abbiamo disegnato questo studio che prevede l’utilizzo di due diversi farmaci per trattare il melanoma: un farmaco attiva il sistema immunitario del paziente, mentre l’altro agisce direttamente sul tumore modificandone le caratteristiche e rendendolo maggiormente visibile e quindi in grado di essere riconosciuto e distrutto dal sistema immunitario stesso. Speriamo che questa nuova combinazione terapeutica, mai testata prima nell’uomo possa darci risultati interessanti e che poi si possa sviluppare ulteriormente su altri tipi di tumore.
In pochi anni le terapie antitumorali sono molto evolute e l’immunoterapia spesso sostituisce la chemioterapia. Sta dando ottimi risultati nella cura allungando la vita ed essendo meno invasiva rispetto alle altre cure.
Ci vorranno 4 o 5 anni per valutare gli effetti di questi farmaci, la nostra sperimentazione farà scuola a livello internazionale e permetterà di allargare le conoscenze nel campo tumorale e soprattutto di migliorare la qualità della vita delle persone colpite da tumore”.