A San Galgano i fantasmi di Oscar Wilde rivivono ne “Il castello spettrale e l’ovvia fine del male”
29 Ago, 2017
t

Domani a San Galgano i fantasmi di Oscar Wilde rivivono ne “Il castello spettrale e l’ovvia fine del male” la commedia musicale inedita, scritta e diretta da Clara Cosci, che si ispira liberamente alle vicende della stirpe dei Canterville.

Grazie alla collaborazione con il Comune di Chiusdino, alle ore 21.15, l’Accademia di Canto Moderno di Siena torna nel meraviglioso tempio a cielo aperto per proporre un musical originale che trasformerà uno degli spazi più belli e suggestivi del mondo in un castello popolato da insoliti personaggi.

Una divertentissima galleria di fantasmi, nobili decaduti, ricchi borghesi e composti maggiordomi racconta dell’incontro – che inevitabilmente è anche uno scontro – tra due diversi mondi e due differenti culture.

Quasi quaranta cantanti, attori e ballerini danno vita ad un allestimento pieno di colpi di scena, dove si ride e ci si commuove: saranno valori quali l’accoglienza, la generosità e l’amore disinteressato a regalare un immancabile lieto fine.

La vicenda è ambientata negli anni ’50 e di quel periodo sono anche i brani che compongono la colonna sonora i cui testi italiani, interamente riscritti dalla stessa Clara Cosci, tessono la trama narrativa dello spettacolo.

Tra le curiosità, quest’anno è l’opera della pittrice Francesca Leonzi, vincitrice del concorso nazionale indetto dall’Accademia a firmare il manifesto che accompagna lo spettacolo.

Ma protagonista della serata oltre al divertimento sarà la solidarietà: l’ingresso è libero, ma chi vuole potrà fare una donazione. Il ricavato sarà devoluto a una famiglia che vive nel territorio, per aiutarla a combattere la malattia della loro bambina. L’Accademia di canto Moderno e il Comune di Chiusdino confidano pertanto nella generosità di un pubblico numeroso e sensibile.

L’appuntamento è per mercoledì 30 agosto ore 21.15. Info e prenotazioni 3886519272