Home Slide Show

A “Queer e ora” si parla di omogenitorialità

Si parla di omogenitorialità a “Queer e ora”, la rassegna cinematografica a tematica lgbtqi organizzata da Movimento Pansessuale – Arcigay Siena e Link Siena. Nuovo appuntamento venerdì 11 marzo alle ore 21.00 presso la Corte dei Miracoli a Siena (Via Roma, 56) con la proiezione di “I ragazzi stanno bene” il film di Lisa Cholodenko. La pellicola racconta la lunga relazione tra Nic (Annette Bening) e Jules (Julianne Moore) vissuta tra alti e bassi come tutti i rapporti duraturi. Il lavoro stressante di Nic l’ha resa poco attenta ai bisogni della sua partner. Il suo ruolo di madre, non permette a Jules di realizzarsi completamente. Vorrebbe mettere su una piccola azienda di orticultura ma Nic non sembra esserle di grande aiuto nell’impresa. La figlia Joni è una studentessa modello ma il costante controllo dei genitori la innervosisce. Anche suo fratello Laser, 15 anni, ne soffre. Poco prima dell’ingresso all’università di Joni, Laser chiede un favore alla sorella: vuole assolutamente conoscere il loro padre biologico. E lei essendo maggiorenne può fare la richiesta. Cosa accadrà da questo momento in poi è sorprendete ed emozionante e ci invita a riflettere sulle nuove famiglie e sull’amore che le crea. Gran finale per la rassegna “Queer e ora”, giovedì 17 marzo al Circolo Arci Amistade (Via Cecco Angiolieri 51) con il film Carol (2016) di Todd Haynes.
Tutte le proiezioni sono ad ingresso libero o con sottoscrizione volontaria.