A Gaiole in Chianti, mensa scolastica bio e a basso costo
8 Feb, 2017
mensa-scolastica

Saranno quasi interamente di origine biologica i pasti che verranno somministrati ai bambini del Comune di Gaiole in Chianti che frequentano il nido d’infanzia comunale e le scuole statali dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. E le famiglie pagheranno solo 3 euro a pasto. La tariffa sarà ulteriormente scontata, fino ad un massimo dell’80 per cento sulla base dell’Isee. Per alcune famiglie quindi, il costo sarà di 60 centesimi a pasto.

“E’ questa l’importante novità – spiega il sindaco Michele Pescini – introdotta con la nuova gara per la mensa scolastica appena conclusa, che avrà validità per i prossimi quattro anni: da un lato la scelta di inserire una maggior quantità di prodotti di origine biologica, rispetto a quanto previsto dalla vigente normativa in materia, e quindi più sicurezza e qualità alimentare per i nostri bambini, dall’altro l’impegno del Comune a coprire una parte dei costi per garantire un servizio migliore senza aumentare la tariffa a carico delle famiglie”.

“Scegliere biologico – commenta l’assessore alla scuola Emanuele Giunti – significa avere un’attenzione particolare sulla salute dei ragazzi e al tempo stesso sostenere un modello agricolo e produttivo rispettoso dell’ambiente. Con questo bando siamo tra i primi in Toscana ad aver recepito i Criteri Ambientali Minimi per il servizio di ristorazione collettiva previsti dal decreto 25 luglio 2011. La gara è stata vinta dalla ditta Camst di Castenaso (BO) che per la preparazione dei pasti, utilizzerà circa l’80- 90 per cento di prodotti di origine biologica nonché prodotti DOP, IGP e di filiera corta.”

Il Comune di Gaiole in Chianti, manterrà invariate tutte le tariffe dei servizi scolastici come previsto dal bilancio che andrà in approvazione a fine febbraio. Oltre alla mensa, l’altra voce importante che sarà contenuta rispetto al costo reale del servizio è il trasporto scolastico, per il quale il Comune copre oltre il 90% del costo totale del servizio, garantendo alle famiglie una tariffa pari a 12 euro al mese.