Prima pagina

34enne denunciato dalla Polizia per resistenza, minaccia e violenza a pubblico ufficiale

E’ stata una giornata intensa quella di ieri per la Polizia senese. L’attività, intensificata anche in vista delle festività natalizie, ha tenuto molto impegnate le pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Siena e degli Uffici Controllo del Territorio dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Chiusi e Poggibonsi.
I servizi ordinari effettuati dalle Volanti nel capoluogo e in provincia hanno infatti portato all’identificazione di 92 persone e al controllo di oltre 50 veicoli.
Nell’ambito delle attività di prevenzione e controllo del territorio gli agenti sono intervenuti, in Piazza Matteotti, dove il direttore di un negozio aveva richiesto l’intervento della Polizia, in seguito al tentativo di furto di due capi di abbigliamento commesso da due giovani della provincia di Siena, di 16 e 17 anni. Le ragazze erano state infatti sorprese dopo che avevano nascosto due maglie sotto ai giubbotti dal personale addetto alla sicurezza dell’esercizio.
In realtà, quanto i poliziotti sono arrivati sul posto, il titolare del negozio aveva già contattato i genitori delle giovani, intenzionati a pagare la merce sottratta, specificando di aver richiesto l’intervento della Polizia soltanto per far loro comprendere l’illegalità del gesto commesso.
A quel punto gli agenti hanno redarguito le due giovani, che si sono scusate con il direttore ringraziandolo per non aver voluto sporgere denuncia nei loro confronti.
Nella sera, i poliziotti sono invece intervenuti a Taverne d’Arbia, dove era stata segnalata una persona in stato confusionale che vagava per strada.
Rintracciato l’uomo, un cittadino Boliviano di 48 anni, hanno capito che lo stesso non riusciva ad orientarsi e non trovava più la strada di casa.
I poliziotti hanno quindi effettuato alcuni accertamenti e, una volta verificato quale fosse l’indirizzo, lo hanno riaccompagnato alla sua abitazione.
Nella notte, alle 4.00 circa, sono intervenuti in via Simone Martini, dove era stata segnalata, con una chiamata al 113, una persona riversa a terra.
Sul posto hanno subito individuato un uomo che stava dormendo sul ciglio della strada, verosimilmente in stato di ubriachezza.
Dopo averlo identificato per un italiano di 30 anni, gli agenti hanno chiamato i soccorsi del 118 e i sanitari lo hanno accompagnato in ospedale per prestargli le adeguate cure.
Nel primo pomeriggio, i poliziotti dell’Ufficio Controllo del Territorio di Poggibonsi, le Volanti del Commissariato, sono invece intervenuti nei pressi dell’ospedale di Campostaggia, dove era stata segnalata una persona in stato di alterazione psichica che stava danneggiando panchine e piante nel parcheggio.
All’esterno del Nosocomio, hanno infatti individuato un uomo che stava dando in escandescenze e hanno cercato subito di calmarlo per poi procedere alla sua identificazione.
L’uomo, un senese di 34 anni, non voleva però saperne di mostrare il suo documento agli agenti e ha iniziato ad inveire nei loro confronti, per poi aggredirli fisicamente.
Nella colluttazione, durante la quale i due agenti hanno cercato di fermarlo, riuscendo dopo poco a bloccarlo ed immobilizzarlo, sono rimasti lievemente contusi.
L’uomo è stato successivamente sottoposto a Trattamento Sanitario Obbligatorio e, poi denunciato per resistenza, minaccia e violenza a pubblico ufficiale, nonché per il rifiuto di fornire indicazioni sull’identità personale.

RADIO STREAMING POPUP

ESTRA NOTIZIE

Ad

Meteo

Meteo Siena