25 aprile: Siena celebra la Festa della Liberazione ricordando Vittorio Meoni
23 Apr, 2018
bandiera-italiana

Siena celebra la Festa della Liberazione, promossa dal Comitato di coordinamento provinciale senese, ricordando Vittorio Meoni, recentemente scomparso a 96 anni, unico sopravvissuto all’eccidio di Montemaggio e già presidente dell’Istituto Storico della Resistenza Senese e dell’ANPI.

Gli appuntamenti per il 25 Aprile, già iniziati lo scorso 18 con “Bruscello Concept Store”, per domani, martedì 24, prevedono alle ore 17,30 una visita guidata alla mostra di Charles Szymkowicz con l’Istituto Storico della Resistenza Senese e dell’Età Contemporanea e momenti di musica con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “R. Franci”. Mentre alle ore 20 la gara podistica in notturna “67^ Traversata della città”, organizzata da Uisp Siena, e alle 21, nelle Stanze della Memoria (via Malavolti, 9), la proiezione, curata dall’ARCI, in collaborazione con ANPI e Istituto Storico della Resistenza Senese e dell’Età Contemporanea, del documentario “L’uomo che non cambiò la storia” di Enrico Caria.

In programma per il 25 l’apertura, dalle 9,30 alle 17, delle Stanze della Memoria per poter visionare il percorso museale di Storia del Novecento senese. E, sempre alle 9,30, con ritrovo a Porta S. Marco per poi ritornare in via Malavolti, “Passeggiata nei luoghi senesi della memoria fra le due guerre mondiali, il fascismo e la Resistenza”. Alle ore 11,15, Piazza Salimbeni farà da palcoscenico al concerto, diretto dal M° Giuseppe Baldesi, della Banda Città del Palio, che eseguirà musiche di Donizetti, Gershwin, Strauss jr. Huggens. La mattinata si concluderà alle 11,30 con l’intitolazione a Vittorio Meoni dell’Istituto Storico della Resistenza Senese e dell’Età contemporanea. L’appuntamento sarà arricchito dalla lettura di brani tratti dalle testimonianze di Meoni e dai ricordi dei prigionieri della Casermetta.

Dopo la deposizione della corona e onore dei caduti, in programma all’Asilo Monumento per le ore 15,45 del 25, il corteo delle rappresentanze istituzionali sfilerà per le vie del centro cittadino preceduto dalla Banda Città del Palio. Altre due corone saranno depositate, rispettivamente, al Rettorato dell’Università degli Studi (Banchi di Sotto, 55) e alla Sinagoga (vicolo delle Scotte, 14), per poi giungere in Piazza del Campo dove, alle 16,45, si terrà la cerimonia ufficiale.

Al saluto del sindaco Bruno Valentini seguiranno gli interventi di Valdo Spini, presidente della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, Fabrizio Nepi, presidente della Provincia di Siena, la testimonianza di un componente della Consulta provinciale degli studenti e, a chiusura, il contributo della presidente provinciale dell’ANPI Silvia Folchi.

Il pomeriggio proseguirà all’interno del Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico con la visita alla mostra “Carlo e Nello Rosselli, 1937-2017” realizzata, a ricordo dell’omicidio dei due fratelli, dalla Fondazione Rosselli in collaborazione con ANPI di Ateneo. E, alle 18 al Teatro dei Rozzi, lo spettacolo a ingresso gratuito “Stringiti a me. Una storia ispirata all’eccidio di Montemaggio”, a cura di Lalut, e in memoria di Vittorio Meoni.

In caso di pioggia la cerimonia ufficiale, anziché in Piazza del Campo, si svolgerà al Teatro dei Rozzi (P.zza Indipendenza, 15).