177 mln di euro per il potenziamento del tratto ferroviario Empoli-Siena
1 Nov, 2018
treno-in-stazione_639x480

La Commissione Trasporti della Camera dei Deputati ha confermato la cifra di 177 mln di euro per il potenziamento del tratto ferroviario Empoli-Siena. In questa cifra rientrano il raddoppio della rete Empoli – Granaiolo e l’elettrificazione della linea Empoli-Siena, già stanziati nel Contratto di Programma 2017-2021 tra MIT e Rfi che prevede in tutto 13,2 mld di investimenti ferroviari.

La linea Empoli-Siena rappresenta una delle infrastrutture strategiche per il territorio su cui da tempo Ance Siena e Confindustria Toscana Sud pongono la massima attenzione per uscire dalla situazione di isolamento in cui si trova la provincia.

La realizzazione del raddoppio della linea Empoli-Granaiolo permettere di velocizzare ed implementare il servizio ferroviario verso Siena e la Valdelsa. Allo stesso modo l’elettrificazione della linea Empoli – Siena darà la possibilità al territorio di inserirsi sulle principali linee della rete nazionale ed usufruire dei treni a trazione elettrica.

Dopo il via libera da parte delle Camere, ora il contratto sarà sottoscritto dal MIT e da Rfi e, successivamente ad un Decreto di approvazione e alla sua registrazione da parte della Corte dei conti, entrerà in vigore.

La decisione della Commissione Trasporti giunge a pochi mesi dalla pubblicazione del Documento di aggiornamento sulle infrastrutture strategiche della provincia di Siena realizzato nel 2016 da Ance Siena e Confindustria Toscana Sud, in cui si elencano gli obiettivi raggiunti negli ultimi due anni e i lavori in corso d’opera su tutto il territorio provinciale. Insieme all’adeguamento della stazione di Chiusi all’alta velocità, prevista per dicembre 2018, il potenziamento della linea Empoli-Siena è senza dubbio un segno tangibile del miglioramento in atto in provincia. “Una buona notizia per Siena e per le imprese del territorio che lavorano nel settore ferroviario”, il commento positivo dell’Ing. Giovanni Cardinali, curatore del documento sulle infrastrutture.

Il Presidente di Ance Siena e delegato al Territorio e Infrastrutture di Confindustria Toscana Sud, Andrea Tanzini, dichiara: “Le opere messe in atto dagli Organi competenti negli ultimi anni, hanno un valore strategico per la nostra Provincia. C’è ancora molto da fare, primo fra tutti l’adeguamento e la messa in sicurezza del raccordo autostradale Siena-Firenze per l’intero tratto. Come Associazione dei Costruttori e Confindustria Toscana Sud, il nostro impegno è volto ad uscire dallo stato di isolamento caratteristico del nostro territorio e rilanciare uno sviluppo fondamentale per la crescita socio-economica di Siena”.

 

“E’ importante che questo provvedimento si traduca al più presto in opere cantierabili che possano dare fiato ad un settore ormai allo stremo premiando maggiormente in termini di occupazione e lavoro il territorio” – aggiunge il vice presidente di ANCE Siena Corrado Benocci.