“Una Giornata senza di noi”, incontro sullo sciopero dell’8 marzo
17 Feb, 2017
non una di meno

Se le nostre vite non valgono, non produciamo! Questa frase riassume concisamente le ragioni della protesta delle donne che l’8 marzo aderiranno allo sciopero internazionale contro gli abusi e gli atteggiamenti misogini di una società troppo maschilista. La parità salariale e la piena occupazione femminile sono ancora un miraggio e in generale mancano la libertà di scelta in ambito della salute, del benessere e della sessualità. Verranno discusse queste e altre problematiche questo pomeriggio alle 17 presso l’Aula Magna Storica del Rettorato in un incontro organizzato dal Coordinamento NonUnaDiMeno Siena-Valdelsa. È intervenuta stamani ai nostri microfoni una delle organizzatrici, Lucia Capitani: «vogliamo dire basta a una serie di situazioni reazionarie, a cominciare dall’autodeterminazione del nostro corpo, in molti paesi vogliono rendere sempre più difficoltoso l’aborto, mettendo in pericolo molte donne e impedendo loro di esercitare un loro diritto inalienabile. Questo pomeriggio parleremo delle parole dei temi chiave relativi all’8 marzo, vi aspettiamo numerose».