Giovanni Atzeni: “Alla mossa del 2 luglio mi sono sentito obbligato a entrare”
13 Lug, 2017
Tittia al Ceppo intervista_800x600

E’ stato definito un “Palio strano” quello dello scorso 2 luglio, caratterizzato da una serie di difficoltà sempre crescenti.

Per parlare della Carriera è stato nostro ospite Giovanni Atzeni, detto Tittia, in tale occasione fantino della Contrada dell’Onda che su Porto Alabe ha avuto l’arduo compito di dare la mossa e in proposito ha dichiarato: “Ormai era notte e quindi ogni momento poteva essere quello buono e per il bene della Festa e di tutti era giusto andare avanti e svolgere il Palio. Una piccola pressione l’ho sentita, ma non vorrei dare tante colpe al Mossiere perché è stata una sera del tutto particolare.”  Infine la conversazione si è focalizzata sull’estrazione di domenica scorsa, che lui definisce positiva, perché si è creata una combinazione di Contrade che gli permette di avere tante strade aperte e quindi di poter montare un cavallo su cui sa di poter massimizzare le sue capacità, sebbene in proposito ammetta: “Mi auguro che ci siano più cavalli esperti e si riesca finalmente a fare un lotto in alto, perché una punta o due sono poche.”