Enoturismo: oltre il 50% è straniero e acquista vino in cantina
2 Ago, 2017
cantina bottiglie vino

Sei enoturisti su dieci sono stranieri. Il dato, verificato anche in Toscana dalle stime del Movimento Turismo del Vino Toscana, proviene dal rapporto sul turismo del vino che parla di circa 14 milioni di enoturisti all’anno, per un indotto economico che supera i 2,5 miliardi di euro. Numeri significativi che, come detto, ritrovano ampio riscontro in Toscana dove, soprattutto con il traino delle città d’arte che allo stesso tempo sono anche vitivinicole (Siena, Firenze, San Gimignano, Montalcino, Montepulciano e tante altre), il turismo estivo è soprattutto proveniente da fuori confine. «Visitare le nostre cantine vuol dire vivere un’esperienza che va oltre la semplice degustazione grazie a tante attività emozionali proposte – spiega il presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Violante Gardini – ed è per valorizzare questa differenziazione di offerta che come Movimento abbiamo voluto puntare su un portale, da oggi on line anche in lingua inglese, che permetta al turista di poter trovare, grazie alla georeferenziazione, la cantina più vicina a dove si trova che meglio soddisfi le sue aspettative».
Da oggi infatti la nuova vetrina internet del Movimento Turismo del Vino Toscana parla anche lingua inglese ed è pensata proprio per queste migliaia di enoturisti che provengono da fuori Italia. Il portale è stato ideato dall’agenzia Winetrade con la principale caratteristica quella di poter essere visualizzato al meglio soprattutto sui telefoni e tablet, come un’applicazione, dando ampio spazio al concetto di referenziazione delle cantine: ogni appassionato, usando comodamente il suo smartphone e in particolare attraverso il filtro di localizzazione e dei servizi riceve l’elenco delle cantine più vicine a dove si trova e che meglio si sposano con le sue richieste. Scelta la cantina preferita, automaticamente, il sistema farà partire la navigazione con le indicazioni stradali per arrivare direttamente a destinazione. Sul sito si trovano inoltre le raccolte video, le news e gli stream ti tutti i canali social media del movimento. Un vero, nuovo punto di partenza per scoprire l’enoturismo toscano.

Calici di Stelle. La versione in inglese del sito è stata lanciata non a caso alla vigilia di Calici di Stelle, con l’obiettivo di attrarre fin da subito i tanti turisti stranieri presenti nel periodo di ferragosto in Toscana. “Goditi le stelle, al vino ci pensiamo noi”. Con questo slogan le cantine di tutta la Toscana aspettano gli appassionati di stelle e di vino. Dal 10 al 15 agosto tornano infatti gli appuntamenti con l’evento dell’estate, Calici di stelle. Proprio le stelle potranno essere viste con consapevolezza grazie allo stellario che il Movimento Turismo del Vino Toscana distribuirà a tutti i partecipanti: una mappa celeste del cielo di agosto, insieme al kit per “godersi l’attimo” ed essere pronti ad esprimere i più grandi desideri, brindando con i migliori vini e godendo della natura vitivinicola della regione. Ogni cantina aderente all’iniziativa inoltre offrirà dal tramonto in poi la possibilità di guardare le stelle direttamente dai propri vigneti. Le tante aziende che prenderanno parte all’iniziativa (su www.mtvtoscana.com grazie al nuovo sistema di georeferenziazione delle cantine sarà possibile organizzare al meglio la propria serata sotto le stelle) offriranno, nel periodo dal 10 al 15 agosto, numerose iniziative, dalla musica all’arte, passando per lo spettacolo, con degustazioni sotto i cieli stellati.

L’Associazione Movimento Turismo del Vino Toscana è un ente non profit che raccoglie oltre 90 fra le più prestigiose cantine del territorio regionale, selezionate sulla base di specifici requisiti, primo fra tutti quello della qualità dell’accoglienza enoturistica. Obiettivo dell’associazione è promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione.