Chiusi: la Tomba di Poggio Renzo protagonista a TourismA 2017
16 Feb, 2017
Chiusi Tomba di Poggio Renzo

Sabato prossimo (18 febbraio) la Città di Chiusi sarà tra i protagonisti di Tourisma, il salone internazionale dell’archeologia che si svolgerà a Firenze presso il Palazzo dei Congressi dal 17 al 19 febbraio. Il momento più atteso per la cittadina etrusca si svolgerà presso la sala verde con il congresso “RITI E MISTERI ETRUSCHI Nella necropoli di Poggio Renzo a Chiusi: sepolture anomale, deposizioni rituali e sacrifici umani”. Il congresso sarà realizzato a cura dei funzionari dell’ex Soprintendenza Archeologia della Toscana in collaborazione con il Comune della Città di Chiusi, l’Università Ca’ Foscari di Venezia, l’Università degli studi di Siena, Università di Bologna, Museo delle Acque di Chianciano Terme, Museo “I. Falchi” di Vetulonia, Museo della Ceramica di Montelupo, Gruppo Archeologico Città di Chiusi, Banca Valdichiana. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco e del Vicesindaco del Comune di Chiusi, l’intervento di Maria Angela Turchetti, Polo Museale dell’Umbria (ex Soprintendenza Archeologia della Toscana) e direttrice del Museo Nazionale Etrusco di Chiusi e di Elsa Pacciani, Soprintendenza ABAP-FI (ex Soprintendenza Archeologia della Toscana); la parola passerà al team (Maria Angela Turchetti, Mattia Bischeri, Stefano Ricci Cortili, Giulia Capecchi, Stefano Benazzi e Antonino Vazzana) che ha partecipato allo scavo e alle scoperte della Tomba di Poggio Renzo; titolo di questa prima sessione di congresso sarà, infatti, “Poggio Renzo, scavi 2016: il dato archeologico e antropologico.
“Per la nostra città essere protagonisti di un evento rilevante come TourismA – dichiarano il sindaco di Chiusi Juri Bettollini e il vicesindaco Chiara Lanari – è molto importante perché da sempre il nome di Chiusi è legato all’archeologia e alla valorizzazione del mondo antico, che tante preziose tracce ci ha lasciato. La nostra è una delle città più ricche di storia che il nostro territorio può vantare ed abbiamo il compito di divulgare e valorizzare il nostro grande patrimonio per aprirlo alla curiosità e alla voglia di conoscenza di più persone possibili. Andremo a TourismA, grazie al lavoro svolto dalla D.ssa Turchetti, dalla Soprintendenza, dal Polo Museale, dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio di Firenze, dal Gruppo Archeologico e più in generale di tutti coloro che hanno contribuito e che continueranno a farlo, in maniera scientifica ma anche divulgativa, pronti a cogliere tutte le opportunità, poiché i nostri beni culturali sono sia un valore identitario che un grande motore di promozione culturale ed economica.” Durante il congresso, che sarà ad ingresso gratuito, saranno proiettati due video che racconteranno la cronostoria degli scavi alla Tomba di Poggio Renzo, di recente scoperta a Chiusi.