Aspiranti chef ai fornelli nel carcere di Ranza per 80 ospiti
19 Mag, 2017
Ranza esterna

Aperitivo, tre primi, un secondo e tre dessert, accompagnati da bibite, succhi spremuti freschi e il cocktail Ranzata. Con questo menu gli studenti della sede carceraria di Ranza dell’Istituto Enogastronomico di Colle Val d’Elsa – indirizzo dell’Istituto d’Istruzione superiore statale “Bettino Ricasoli” di Siena – hanno accolto nei giorni scorsi circa 80 commensali all’interno del carcere di San Gimignano, proponendo un ‘banchetto’ preparato con le loro mani e la loro creatività ai fornelli.

L’iniziativa, intitolata ‘Insieme con gusto’, ha coinvolto venti studenti del circuito di Alta Sicurezza – alunni delle classi III, IV e V C – che hanno aperto il menu con vol-au-vent, pizza, parigine, rustici, formaggi e affettati misti, parmigiana di melanzane. I tre primi piatti sono stati riso venere e zafferano con verdure miste croccanti su crema di zucchine, farfalle con crema di peperoni in agrodolce e ravioli al sugo di pomodorini, prima di una grigliata con spiedini di carne e della chiusura in dolcezza con spiedini di frutta, torta e zuppette diplomatiche.

L’appuntamento ha rappresentato la prima occasione aperta al territorio per far conoscere da vicino le attività e la formazione proposta dalla sede carceraria di Ranza dell’Istituto Enogastronomico ‘Bettino Ricasoli’ – attiva da diversi anni nella Casa di reclusione di San Gimignano – e ha offerto agli studenti l’opportunità di cimentarsi ai fornelli e di mettere in pratica le conoscenze acquisite nel percorso scolastico preparando diverse portate per numerosi ospiti.